IL SALUTO DI CLAUDIO ODORICO, SINDACO DI CONCORDIA SAGITTARIA

“Quando qualche mese fa, in piena pandemia, ci siamo trovati tra i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e il Direttivo della Fiera, la certezza che l’edizione del 2020 si potesse svolgere non c’era. Abbiamo dovuto attendere l’evolvere della situazione, sia sotto l’aspetto sanitario che normativo e infine abbiamo deciso di mantenere il tradizionale appuntamento e organizzare la Fiera di Santo Stefano, naturalmente con modalità diverse rispetto agli anni passati. La Fiera di Santo Stefano è sempre stata occasione di incontro, di scambio, di confronto, ma anche il termometro della situazione socio-economica e produttiva del nostro territorio.

Ovviamente, per quanto riguarda il 2020, non possiamo non risentire degli effetti della situazione di difficoltà che il nostro Paese, colpito dalla pandemia, attraversa in tutti i settori. La crisi sanitaria, economica e sociale che investe interi continenti ha allungato i suoi tentacoli anche sul nostro Comune. L’aumento del ricorso all’uso degli ammortizzatori sociali per molte imprese e lavoratori, l’ampliamento del numero di disoccupati, soprattutto giovani, la crescita del disagio sociale e l’aumento della povertà, sono indici di una situazione di seria difficoltà che anche il nostro Comune deve quotidianamente affrontare.

E’ un momento che impone una riflessione consapevole e un atteggiamento responsabile sui nostri stili di vita, sui nostri sistemi di produzione, sul modo di guardare al futuro e alle grandi sfide che abbiamo davanti. Certo, da questa crisi usciremo tutti diversi, con meno certezze. Dovremo imparare a vivere sprecando meno energia, utilizzando sistemi produttivi più puliti e sostenibili, consumando meno territorio, riutilizzando di più e meglio ciò che ora viene scartato ed eliminato con facilità. Anche nel buio della pandemia dobbiamo trovare gli elementi positivi per guardare avanti con fiducia ed è sui fattori menzionati che bisogna puntare con forza; lo dobbiamo ai nostri giovani, per incoraggiarli a vivere serenamente il loro futuro.

L’emergenza sanitaria, dovuta al Covid-19, ha messo in difficoltà la nostra Regione, uno dei territori più avanzati d’Europa, ma non ne ha fiaccato lo spirito, anzi la reazione è stata immediata, corale ed efficace. Nel percorso della Fiera troverete i rappresentanti della Protezione Civile, della Croce Rossa, delle Forze dell’Ordine che insieme agli Operatori Sanitari e agli Enti istituzionali hanno dimostrato di essere sempre presenti, pronti e disponibili a fronteggiare le varie situazioni e nel bisogno c’è sempre stata una grande risposta da parte del nostro Paese.

Raccomando infine, a tutti i miei concittadini, di rispettare le direttive che saranno date dagli addetti, per vivere insieme un momento di socialità in tutta sicurezza. Anche quest’anno intendo esprimere il più sentito ringraziamento a chi si è impegnato nell’organizzazione della manifestazione e auguro a tutti un buon Santo Stefano.”