42a Edizione – 2021

Dal 30 luglio al 4 agosto 2021

E’ iniziato il countdown verso la 42esima edizione della Fiera di Santo Stefano

Fiducia, Innovazione, Entusiasmo, Resilienza, Audacia.
Queste sono le parole chiave che quest’anno contrassegneranno il tradizionale ed immancabile appuntamento estivo concordiese che si svolgerà dal 30 luglio al 4 agosto 2021 e che è divenuto ormai un punto di riferimento importante per l’economia del Veneto Orientale e del Friuli Occidentale.

Ripartire si può, anzi si deve! L’anno scorso gli organizzatori hanno creduto e voluto portare avanti la Fiera per dare un segnale di FIDUCIA a tutti gli affezionati espositori ed al numeroso pubblico che da sempre frequenta questo evento. Certo, c’era la consapevolezza di doversi accontentare di una manifestazione sottotono, priva di eventi culturali, del contatto con il tessuto sociale del territorio, dell’arte, della musica, per assicurare prima di tutto la sicurezza di tutti i partecipanti.

Uno dei termini che più si sente nominare in questo periodo è RESILIENZA, una parola importante da tenere sempre a mente: esprime la capacità di ognuno di affrontare e superare qualcosa che lo ha profondamente colpito e di farlo con positività. E’ con questo spirito che l’Associazione Fiera di Santo Stefano e la Pro Loco di Concordia Sagittaria, che usualmente gestiscono in modo abbastanza indipendente i festeggiamenti concordiesi, hanno deciso di unire le proprie forze per realizzare un’edizione ancora più bella ed accattivante. Per entrambe è vivo il ricordo e lo sgomento per la perdita di Davide Del Negro, presidente della Pro Loco e di Guerrino Stefanon, storico responsabile dell’Area Attrezzature Agricole dell’Associazione Fiera di Santo Stefano, portati via troppo presto ai loro cari proprio a causa del Covid.

Con il cuore rivolto al passato, l’edizione n°42 parte quindi con l’ENTUSIASMO della rinascita. La manifestazione verrà concentrata principalmente nel centro storico di Concordia Sagittaria, come già sperimentato nell’edizione targata 2020 e nel rispetto degli albori di questa tradizione fieristica, puntando ad un connubio tra espositori, arte, musica ed eventi culturali. Anche quest’anno si rinnova la collaborazione con l’Associazione Loncon che curerà in particolare il settore agricolo. Inoltre sarà dato spazio all’INNOVAZIONE ed al dialogo con il tessuto commerciale del luogo e verranno proposte con AUDACIA tutte le iniziative che saranno compatibili con i protocolli di sicurezza vigenti. L’impegno è quindi il massimo in un anno che deve segnare il cambio di passo; ci si aspetta ora il riscontro anche dei numerosi espositori che usualmente frequentano questa kermesse.